UNA NUOVA MUTAZIONE DEL CARDELLINO?
testo e foto dell'Avvocato A. Cipolletta

Nel mese di settembre di quest'anno ho ricevuto la segnalazione di una nuova presunta mutazione del Cardellino, avvenuta presso l'allevamento dell'Avvocato A. Cipolletta. 
Cardellino femmina affetta dalla nuova mutazione I soggetti, eloquentemente rappresentati dalle fotografie, rivelano un fenotipo veramente inedito, caratterizzato principalmente da una riduzione della eumelanina, con le zone precedentemente interessate dal nero (coda, ali e croce) che si trasformano in un colore grigio azzurrastro. Le zone feomelaniche (dorso, fianchi e petto) appaiono di colore normale. L'ipotesi avanzata dall'Avvocato, a fine articolo, di una probabile mutazione PHAEO decade nel caso in cui il meccanismo ereditario della nuova mutazione si rivelasse legato al sesso (la mutazione phaeo, viceversa, è di tipo autosomico recessivo). Un'accurata selezione farà luce, negli anni a venire, sia sulla reale natura genetica della nuova mutazione che sul relativo meccanismo ereditario.
Riporto qui di seguito la lettera che l'Avvocato Cipolletta ha allegato alle fotografie.

"Gentile Dr. Natale, queste sono le foto dei miei Cardellini Novello mutato mutati, riprodotti per caso. Nel 1998 accoppiai una Cardellina ancestrale ad un Cardellino ancestrale, quest'ultimo caratterizzato soltanto da ali lievemente perlate. Dal loro accoppiamento, da allora, in ogni nido di 4 uova ottengo due Cardellini mutati ad occhi rossi e due ancestrali.
I Cardellini mutati, ho potuto notare finora, sono femmine. 
Nel 1998 l'unica Cardellina mutata che riprodussi prima del periodo delle cove si ammalò col fegato e mi morì. Nel 1999 sono riuscito a riprodurre una femmina mutata, un maschio portatore ed una femmina ed un maschio che io ritengo normali. Nel 2000 la femmina mutata accoppiata al fratello portatore mi ha deposto 5 uova risultate chiare Novello della nuova mutazione ottenuta dall'Avvocato Cipolletta perché il maschio non era ancora pronto; subito dopo si è ammalata di fegato ed è morta. Ho accoppiato il portatore giovane con una femmina ancestrale e mi ha dato la stessa prole del padre (circa il 50% della prole mutata). Il padre l'ho accoppiato con un'altra Cardellina ancestrale e mi ha dato gli stessi risultati, ossia in ogni nido con 4 uova nascono circa due pulli mutati. 
Nel 2000 ho anche accoppiato fratello e sorella che sino ad ora io ritengo normali ma dalla coppia non sono riuscito a recuperare nessun pullus. Io ritengo trattasi di mutazione PHAEO. Resto in attesa di vostra conferma."
Avv. A. Cipolletta